Breaking News:

A Brecherel (Francia) c’è una libreria ogni 44 abitanti

brécherel

A cura di:

Categorie:

Sembra incredibile, ma è tutto vero!

Bécherel è un antico borgo medievale famoso per la quantità di librerie. Si stima che la media di librerie pro-capite aggiunga circa una ogni quarantaquattro abitanti. Per me che nella città nella quale vivo non c’è nemmeno una libreria, pare un sogno questo paesino!

LA STORIA

La storia del piccolo villaggio, situato in Bretagna, Francia, affonda le sue radici nel Basso Medioevo, quando Alain de Dinan, nel 1124, fece costruire una prima fortezza in pietra che dominava la valle e attorno alla quale si è costruita l’attuale cittadina.

Durante i secoli successivi, il paese e la fortezza furono luogo di scontro prima fra francesi e in seguito fra francesi e inglesi. Nel 1419 le fortificazioni furono restaurate, ma dal XVI secolo in poi la città cadde in rovina. Fra il 1700 e il 1800 Bécherel conobbe una nuova era di prosperità, grazie alla coltivazione e lavorazione di lino e canapa.

LA NASCITA DELLE LIBRERIE

La crisi dell’agricoltura e l’importazione di materie prime dall’estero mise a dura prova gli abitanti di Bécherel, la cui economia ha visto una nuova epoca di espansione grazie all’industria del turismo, durante il ‘900. Nel piccolo borgo infatti hanno aperto nel tempo ben 15 librerie (un numero enorme in funzione degli abitanti, circa 700), sostenute da eventi culturali di ampia portata che hanno richiamato un numero crescente di visitatori, anche dall’estero.

EVENTI E SPETTACOLI

Il piccolo borgo è famoso anche per i numerosi eventi e spettacoli organizzati dai cittadini:

  • Il Festival del Greco antico e del Latino
  • La primavera dei Poeti
  • La Fete du Livre
  • La notte dei libri
  • Livre en Fete
  • Treasures di Bécherel

CONCLUSIONE

Ci è quindi chiaro come questo luogo sia divenuto presto punto di riferimento per appassionati di cultura e di libri, meta di pellegrinaggi da parte di tantissimi bibliofili europei.

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Bonus Cultura 2021

Il Bonus Cultura, o “bonus 18 anni”, è stato rinnovato anche per i nati nel 2002 ed è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Vediamo cos’è, quali sono le modalità di accesso e di utilizzo e le novità per il 2021.

Leggi di più

Come funzionano i romanzi

Parlare di un libro che parla di altri libri (che spesso parlano di libri) dà sempre una certa vertigine. Scrivere di uno scritto che parli di scrittura è come fare un viaggio nell’iperspazio, sembra quasi di smarrire il contatto con la terra. Forse perché avere la pretesa di recensire un recensore di recensioni è come muoversi dentro un’iperbole; conviene, quindi, volare bassi.

Leggi di più

Dantedì. Il 25 marzo si celebra il sommo poeta

Il 25 marzo è il Dantedì, il giorno dedicato a Dante. Il Consiglio dei Ministri ha deciso nel 2020 che il 25 marzo di ogni anno fosse il Dantedì, una giornata interamente dedicata a Dante, il padre della Divina Commedia, un momento che si è stabilito di inserire nel calendario per dare il giusto spazio a un poeta che ha cambiato la nostra lingua.

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *