Breaking News:

Domani è un altro giorno

Autore: Giusy Sciacca

Categorie: Giusy Sciacca | Libri

Ciao lettori, oggi voglio parlarvi di “Domani è un altro giorno” di Giusy Sciacca, edito Aulino Editore. Prima di raccontarvi questo racconto, però, sento la necessità di parlarvi della sua autrice.

Come ho conosciuto Giusy Sciacca

Nell’era della tecnologia e dei Social capita spesso di iniziare una conversazione online con una persona che non hai mai visto e con LeggIndipendente mi capita moltissime volte. È proprio così che ho conosciuto Giusy, attraverso la chat della pagina Facebook. Non so come mai, però, entrambe avevamo dato per scontato di vivere in due città lontane. Un giorno, con nostra piacevole sorpresa, abbiamo scoperto di vivere nella stessa città, grazie ad un evento organizzato da Raffaella della “Libreria Virginia e Co.”

Ho avuto così il piacere di conoscerla di persona e l’idea che mi ero fatta di Giusy ha trovato pieno riscontro; è una persona gentile, disponibile e dall’intelligenza acuta. Capita raramente di incontrare persone così “belle” e sono felice di averla conosciuta.

Domani è un altro giorno

Ora, però, parliamo del racconto di Giusy Sciacca. “Domani è un altro giorno” è un breve racconto facente parte della collana “Coupe de foudre” che prevede la pubblicazione di piccole plaquette. Lo scopo della collana è quello di avere brevi racconti di autori emergenti affiancati ad altri già noti nel panorama italiano.

La scrittura che da vita al racconto è prettamente femminile, introspettiva e con qualche elemento ironico. Giusy Sciacca ha scritto “Domani è un altro giorno” per omaggiare la sua isola, la Sicilia. Nel racconto ritroviamo la Sicilia sia dal punto di vista linguistico, con l’inserimento di regionalismi, sia da quello naturalistico, con la descrizione della spiaggia e della costa:


Si stupì ancora del mélange di verde tropicale e blu zaffiro lungo la costa. Lo trovava invitante
per un tuffo anche a mille metri di quota. Deliziosa sensazione di irrompere
i
n un’altra dimensione fresca e liquida come i pensieri di
una bambina. Il verde-blu del suo mare e la sua musicalità
ninnante la calmavano tutte le volte che scappava a ripararsi
sugli scogli di una caletta appartata.


Lidia

Protagonista del racconto è Lidia, una donna di quarantadue anni, determinata, che sa quali sono i punti fermi della sua vita e quali, invece, le cose che andrebbero migliorate o sistemate. Lidia è anche una donna che ha raggiunto una certa maturità intellettuale che la porta ad essere una donna interessante e desiderata.

Per Lidia l’aspetto fisico è importante, ma non ne fa un cruccio. È consapevole della sua bellezza, così come anche delle piccole imperfezioni (che forse percepisce solo lei) date dall’età, ma è convinta anche che, “alla faccia di una bellezza irreversibilmente fugace, una donna matura fonda la sua sicurezza sulla personalità e la consapevolezza della femminilità”.

Conclusione

Credo che la natura breve di questo racconto sia perfetta per un lettore alla ricerca di una storia in grado di farlo riflettere sulla vita, sulle cose belle e sulle scelte difficili che essa ci impone di affrontare.

Giusy Sciacca ha una scrittura meravigliosa, profonda che incanta il lettore per la precisione del descrivere le scene e i paesaggi. In più di un passo ho avuto la sensazione si trovarmi in Sicilia e poi, un attimo dopo, davanti al “Blue Note”, locale di Milano dove è ambientata parte della storia.

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Mondo scritto e mondo non scritto

Arriva alla fine la pubblicazione settimanale dell’opera omnia di Italo Calvino, nella campagna promossa dalla GEDI, e articolata in 24 uscite. E come ultima perla c’è questa raccolta di articoli e saggi raccolti intorno al tema “Mondo scritto e mondo non scritto”. Si tratta di annotazioni sulla traduzione, sulla lettura, sull’editoria, sul fantastico, sulla scienza e sull’antropologia, come si può apprendere dalla catalogazione delle sezioni in cui è articolato il testo. Articoli, recensioni, commenti, relazioni, scritti presentati in contesti disparati: conferenze internazionali, prefazioni editoriali, rubriche giornalistiche, approfondimenti pamphlettistici. Una quarantina di saggi mai pubblicati insieme in un unico volume, come ci informa la nota redazionale.

Leggi di più

Il mondo è un’altra cosa

Venerdì 9 aprile ho avuto il piacere di intervistare Jacopo Zonca, autore del meraviglioso libro “Il mondo è un’altra cosa”, edito da Epika Edizioni, casa editrice che aveva già pubblicato il primo romanzo di Zonca, “52 49”.

Si tratta di una raccolta di racconti o, come preferisce definirlo l’autore, un “libro di racconti” nel quale incontriamo personaggi molto particolari che vivono momenti difficili, talvolta cruciali, della loro vita. Personaggi borderline al limite tra la follia e la cosiddetta “normalità”, ma che hanno tutti qualcosa di raccontare al lettore.

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *