Breaking News:

Il ragazzo di fango

Categorie: Libri

Inauguro la collaborazione con la casa editrice Press&Archeos con la recensione di una loro pubblicazione: “Il ragazzo di fango” di Giovanni Polesello.

In questo romanzo, che conta un centinaio di pagine, Giovanni Polesello affronta un tema molto importante, del quale si parla molto – e male – e che sembra essere lo strumento di rivalsa bramato da ognuno: IL POTERE!

Quello che rende interessante, e assolutamente originale, questo romanzo è il taglio che Polesello ha dato alla narrazione. L’autore, infatti, ha deciso di parlare dell’altra faccia del potere. Noi siamo soliti ad associare al potere qualcosa di positivo; dal potere discende una sicurezza. Il potere è sempre associato all’aspetto economico, lavorativo e sembra che il suo raggiungimento sia l’unica cosa a rendere felici le persone.

Giovanni Polesello, attraverso una narrazione assolutamente anticonvenzionale e, in un certo senso, distopica, ci mostra l’esistenza di un potere che chiama ad un destino che può essere atroce. Importante per spiegare la posizione dell’autore e il suo pensiero a riguardo, è una frase contenuta nel libro:


“… come quello dell’Uomo Ragno aveva il Potere del Ragno ma non bastava
nemmeno quello per essere felici e senza problemi nel mondo normale
quindi io non penso che avere il Potere sia un granché significa solo
uccidere le persone che ti danno fastidio o che ti odiano”.


Se ve lo state chiedendo, non ho sbagliato a scrivere la citazione omettendo segni di punteggiatura. L’intero romanzo è scritto in questo modo e se, all’inizio mi ci è voluto un po’ per abituarmici, una volta preso il ritmo è divertente. Di certo un esperimento narrativo molto diverso, originale e, almeno da me, gradito.

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Mondo scritto e mondo non scritto

Arriva alla fine la pubblicazione settimanale dell’opera omnia di Italo Calvino, nella campagna promossa dalla GEDI, e articolata in 24 uscite. E come ultima perla c’è questa raccolta di articoli e saggi raccolti intorno al tema “Mondo scritto e mondo non scritto”. Si tratta di annotazioni sulla traduzione, sulla lettura, sull’editoria, sul fantastico, sulla scienza e sull’antropologia, come si può apprendere dalla catalogazione delle sezioni in cui è articolato il testo. Articoli, recensioni, commenti, relazioni, scritti presentati in contesti disparati: conferenze internazionali, prefazioni editoriali, rubriche giornalistiche, approfondimenti pamphlettistici. Una quarantina di saggi mai pubblicati insieme in un unico volume, come ci informa la nota redazionale.

Leggi di più

Il mondo è un’altra cosa

Venerdì 9 aprile ho avuto il piacere di intervistare Jacopo Zonca, autore del meraviglioso libro “Il mondo è un’altra cosa”, edito da Epika Edizioni, casa editrice che aveva già pubblicato il primo romanzo di Zonca, “52 49”.

Si tratta di una raccolta di racconti o, come preferisce definirlo l’autore, un “libro di racconti” nel quale incontriamo personaggi molto particolari che vivono momenti difficili, talvolta cruciali, della loro vita. Personaggi borderline al limite tra la follia e la cosiddetta “normalità”, ma che hanno tutti qualcosa di raccontare al lettore.

Leggi di più

Bonus Cultura 2021

Il Bonus Cultura, o “bonus 18 anni”, è stato rinnovato anche per i nati nel 2002 ed è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Vediamo cos’è, quali sono le modalità di accesso e di utilizzo e le novità per il 2021.

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *