Breaking News:

Potentilla e l’albero della vita

Autore: Elisabetta Garbarini

Editore: Bookabook

N. pag: 125

Anno: 2020

Valutazione: 4/5

A cura di: Virginia

Categorie: Libri

Cari lettori, oggi vi parlo del bellissimo romanzo fantasy “Potentilla e l’albero della vita” di Elisabetta Garbarini e attualmente in campagna crowdfunding editoriale per la casa editrice Bookabook. Potete partecipare al crowdfunding cliccando QUI!

TRAMA

La vita di Serena viene sconvolta allo scoccare del suo 13 compleanno. L’incontro con un Cambia Destino la catapulta nel regno di Armor per salvarlo dalla crudeltà di Kristoff, erede al trono, a cui gli antenati hanno donato l’albero della vita dai mille poteri, scomparso misteriosamente prima di elargire tutti i suoi doni. Che legame c’è tra Serena e il regno? Perché proprio lei? Ambientato sia ad Armor che sulla Terra, dove un gruppo di amici si metterà sulle tracce della protagonista, Potentilla è un viaggio iniziatico dove vite, solo apparentemente slegate tra loro, si intrecciano in un’unica grande trama di segreti, amicizia, paura e coraggio, fino al colpo di scena finale.

UN PICCOLO ESTRATTO

C’era una volta un regno, Amor era il suo nome, e vi dimoravano pace e bellezza, i fiori si specchiavano nell’acqua, e l’acqua nel cielo, e il cielo nei suoi abitanti che godevano di ogni bene e abbondanza. Le dee guerriere, i draghi, gli spiriti degli antenati, il popolo della natura, tutti ad Armor vivevano in armonia.
Il popolo di questo regno aveva un re e una regina con cui era molto felice, e lo fu ancor di più quando, dopo alcuni anni, la regina diede l’annuncio di aspettare l’erede al trono. Il popolo fece una grande festa e i mesi trascorsero tra gioie e trepidazione per un evento così bello.
Ma il destino, si sa, a volte ha in serbo altri piani, e mentre una nuova vita si affacciava, un’altra si spegneva.
E proprio esalando gli ultimi respiri la regina fece al figlio di nome Kristoff, un dono, un dono speciale voluto dagli antenati: il seme dell’Albero della Vita che piantato in quel regno crebbe subito alto e rigoglioso.
Così, allo scoccare di ogni compleanno, forse per lenire il dolore del piccolo o forse per esorcizzare la morte, l’Albero della Vita gli faceva un regalo: un potere, un potere in più anno dopo anno.

COSA PENSO DI QUESTO ROMANZO

Potentilla e l’albero della vita” è un incredibile viaggio nel mondo della fantasia e del fantastico. Le pagine scorrono veloci e senza accorgertene ti ritrovi all’interno di una storia capace di appassionare e commuovere.

A livello contenutistico il romanzo risulta ben strutturato. Parte da un incipit molto coinvolgente e termina con un finale ben ideato, che lascia il lettore soddisfatto. Lo stile è piacevole, si denota una spiccata capacità oratoria dell’autrice in grado di mantenere vivo l’interesse del lettore. Il romanzo è molto interessante e molto approfondito. Lo stile narrativo è “fresco”, immediato ed il coinvolgimento da parte del lettore è totale. L’identità delle voci dei personaggi rimane intatta. Questo grazie ad un’ottima diversificazione dello stile utilizzato dall’autrice per far parlare i suoi personaggi.

L’AUTRICE

Chi è Elisabetta Garbarini?
Nata circa 570 lune fa, sono autrice, story writer e giornalista.
Scrivo prevalentemente per il mondo aziendale trasformando idee e strategie in narrazione finalizzata a un video, un evento, uno speech o anche altro. Affascinata dalla complessità di mente e cuore, e da ciò che rappresentano le infinite possibilità dell’uomo, mi sono specializzata in Counseling Umanistico Transpersonale indagando le espressioni dello storytelling, ossia la narrazione di sé. Tengo corsi e sessioni private dove, attraverso la scrittura e l’ascolto delle immagini del proprio dialogo interiore, accompagno le persone a fare ordine e chiarezza rispetto ai propri obiettivi. Amo i film d’animazione, i live action e l’infografica. Credo nella magia, nell’amore e nella gentilezza.

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Ogni sabato mattina, alle 9:00, invio il Settimanale Indipendente, un magazine digitale che racchiude tutte le recensioni della settimana, gli ultimi avvenimenti, le notizie più importanti e tutto quello che c'è da sapere sul mondo dell'editoria Indipendente.

I romanzi possono essere terapie per stare bene?

Occorre dare una risposta a questa domanda: leggere fa bene? Al di là del diletto ineffabile che prova il lettore quando si tuffa, sguazza e poi nuota tra le pagine delle proprie letture. Vorremmo capire: esiste un concreto benessere fisico, o mentale, che la lettura è in grado di conferire all’organismo umano. E se esiste, in che termini si manifesta, e come si potrebbe misurare?

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *