Breaking News:

Cerca di non mancarmi troppo

Autore: Stefania Convalle e Riccardo Simoncini

Categorie: Libri

Cari lettori, oggi vi parlo di un romanzo intenso ed emozionante: “Cerca di non mancarmi troppo” di Stefania Convalle e Riccardo Simoncini, edito Convalle Edizioni.

Nel video del buongiorno di oggi ho accennato a tema del romanzo dicendo che è un libro che parla di amore, di vita, di speranza, di fiducia, ma è anche un libro che parla di dubbi che si insinuano nella vita delle persone e, ancora più spesso, nella vita di una coppia.

CONOSCIAMO I PERSONAGGI

Protagonista del romanzo, anche se tra alti e bassi, è l’amore che nasce e cresce tra una Emma e Alessandro. I due personaggi, che prendono vita da Stefania Convalle e Riccardo Simoncini, si alternano, capitolo dopo capitolo, raccontando la loro vita, le emozioni, i desideri e l’amore ognuno dal proprio punto di vista.

Concordo con Tania Mignani, che ha scritto la prefazione di questo romanzo, quando dice che l’aspetto più interessante e sicuramente originale è la scrittura a “quattro mani” dei due autori i quali, con grande abilità, hanno dato vita ad una storia meravigliosa fondendo i propri stili, l’una intrecciando il proprio con quello dell’altro, mantenendo però ben distinte le loro peculiarità e caratteristiche narrative.

LUI E LEI

Leggendo questo romanzo ho sentito la necessità di condividere la lettura insieme al mio compagno, per provare a vivere, nello stesso momento dei protagonisti, la loro storia e confrontarmi con lui sui sentimenti provati. Il mio desiderio non è stato esaudito, perché il mio compagno non ha letto il libro, ma il turbinio di emozioni suscitate da questa lettura è riuscito comunque.

LE DIFFICOLTA’ DELLA VITA

Fin dalle prime pagine del romanzo assistiamo alla nascita dell’amore, tenero e delicato, tra Emma e Alessandro. Il lettore ha proprio la sensazione di crescere e camminare con loro, percorrendo un tratto della loro vita che ha molto da insegnare se solo si presta la giusta attenzione.

Questo percorso amoroso tra Emma e Alessandro è reso ancora più realistico dagli autori perché narra di problemi e difficoltà che tutti, in un modo o nell’altro, siamo chiamati ad affrontare.

Con i due protagonisti viviamo dubbi, timori, incertezze e ostacoli, sia fisici che emotivi. Emma e Alessandro cadranno spesso e si allontaneranno, ma sempre troveranno il modo di ritrovarsi e amarsi, nuovamente.

CONCLUSIONE

Leggendo questa storia il lettore si troverà a ridere e a piangere insieme ad Emma e Alessandro e con loro affronterà le difficoltà della vita giungendo ad un finale per nulla scontato, ma originale; un finale fino alla fine non prevedibile.

Lo consiglio a coloro che vogliono emozionarsi fino a commuoversi!

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Ogni sabato mattina, alle 9:00, invio il Settimanale Indipendente, un magazine digitale che racchiude tutte le recensioni della settimana, gli ultimi avvenimenti, le notizie più importanti e tutto quello che c'è da sapere sul mondo dell'editoria Indipendente.

I romanzi possono essere terapie per stare bene?

Occorre dare una risposta a questa domanda: leggere fa bene? Al di là del diletto ineffabile che prova il lettore quando si tuffa, sguazza e poi nuota tra le pagine delle proprie letture. Vorremmo capire: esiste un concreto benessere fisico, o mentale, che la lettura è in grado di conferire all’organismo umano. E se esiste, in che termini si manifesta, e come si potrebbe misurare?

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *