Breaking News:

La notte delle croci e delle morti

La notte delle croci e delle morti

Autore: Marco Mazzucchelli e Danilo Oggionni

Editore: L'Erudita

Categorie: Libri

Cari lettori, oggi vi parlo di un libro particolare, il cui genere non è mai stato trattato prima da LeggIndipendente. “La notte delle croci e delle morti” di Marco Mazzucchelli e Danilo Oggionni non è un thriller e non è classificabile nemmeno come semplice horror. Il genere che più si addice a questo romanzo è il Pulp: filone letterario che prevede storie dai contenuti forti, caratterizzata da elementi crudi e disturbanti, efferatezze e situazioni macabre, prive di elementi horror di carattere sovrannaturale.

TRAMA

La sera della semifinale dei mondiali del 2006 Germania-Italia, Luis e Brando sono in macchina diretti ad un concerto metal. All’improvviso Luis fa una deviazione. Decide di comprare dell’erba per la serata e si dirige verso la casa del Toro. Quella che doveva essere una toccata e fuga si trasforma in un viaggio all’interno della casa, dove sono in atto i preparativi per una grossa festa. I due amici incontreranno svariati personaggi freak e borderline che non vedono l’ora che la festa inizi, con tutte le sue attrazioni animalesche e depravate. Con una scrittura ragionata, utilizzando un linguaggio crudo e diretto, Marco Mazzucchelli e Danilo Oggionni trasformano il viaggio all’interno della casa in un percorso di discesa interiore, soprattutto per Brando. Perché Brando nasconde un segreto, del quale neanche lui è a conoscenza, e l’uscita da quella casa sarà un valzer di donne, droghe e sangue. Di croci e di morti.

RECENSIONE

Il libro, come anticipato nell’incipit di questo articolo, è scritto a quattro mani da Marco Mazzucchelli e Danilo Oggionni e già questo è un aspetto molto interessante perchè i protagonisti del romanzo sono due ragazzi e la narrazione avviene in prima persona, prima attraverso la voce di Brando e poi, in un secondo momento e per poche battute, da quella di Luis.

I due ragazzi hanno personalità molto diverse, quasi inconciliabili. Luis è il più grande dei due e appare fin dalle prime pagine come una persona disturbata, irascibile, e sotto il perenne effetto di alcool e droghe. Brando, invece, è un personaggio che rimane più anonimo, è una persona dimessa, più pacata, tranquilla e sicuramente ragionevole.

Lo stile narrativo è incalzante e carico di suspense. Benché la storia sia caratterizzata da scene molto forti, disturbanti e al limite dell’orrore e il linguaggio utilizzato dai personaggi sia estremamente colloquiale pieno di parolacce e imprecazioni, il lettore non può fare a meno di andare avanti a leggere per scoprire la verità e trovare un Luis sorprendente e inaspettato.

CONCLUSIONE

Credo che la maggior parte dei lettori di LeggIndipendente troverà questo libro troppo forte, spinto e crudo per i suoi gusti, ma a chi piace il genere Pulp, questo romanzo è sicuramente consigliato.

 

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Mondo scritto e mondo non scritto

Arriva alla fine la pubblicazione settimanale dell’opera omnia di Italo Calvino, nella campagna promossa dalla GEDI, e articolata in 24 uscite. E come ultima perla c’è questa raccolta di articoli e saggi raccolti intorno al tema “Mondo scritto e mondo non scritto”. Si tratta di annotazioni sulla traduzione, sulla lettura, sull’editoria, sul fantastico, sulla scienza e sull’antropologia, come si può apprendere dalla catalogazione delle sezioni in cui è articolato il testo. Articoli, recensioni, commenti, relazioni, scritti presentati in contesti disparati: conferenze internazionali, prefazioni editoriali, rubriche giornalistiche, approfondimenti pamphlettistici. Una quarantina di saggi mai pubblicati insieme in un unico volume, come ci informa la nota redazionale.

Leggi di più

Il mondo è un’altra cosa

Venerdì 9 aprile ho avuto il piacere di intervistare Jacopo Zonca, autore del meraviglioso libro “Il mondo è un’altra cosa”, edito da Epika Edizioni, casa editrice che aveva già pubblicato il primo romanzo di Zonca, “52 49”.

Si tratta di una raccolta di racconti o, come preferisce definirlo l’autore, un “libro di racconti” nel quale incontriamo personaggi molto particolari che vivono momenti difficili, talvolta cruciali, della loro vita. Personaggi borderline al limite tra la follia e la cosiddetta “normalità”, ma che hanno tutti qualcosa di raccontare al lettore.

Leggi di più

Bonus Cultura 2021

Il Bonus Cultura, o “bonus 18 anni”, è stato rinnovato anche per i nati nel 2002 ed è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Vediamo cos’è, quali sono le modalità di accesso e di utilizzo e le novità per il 2021.

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *