Breaking News:

ossa

Ossa

Autore: Giampiero Margiovanni

Editore: Il Viandante

Categorie: Libri

Cari lettori, oggi vi parlo di un romanzo sorprendente e molto intrigante. Da Editor e Agente Letteraria de “La Sinossi” provo un po’ di invidia perché mi sarebbe piaciuto molto collaborare con questo autore alla nascita del suo libro; sto parlando di “Ossa” di Giampiero Margiovanni, edito da Il Viandante.

SINOSSI

Ossa è un progetto narrativo nato nel febbraio del 2018. È composto da diciassette racconti, di cui uno che costituiva l’incipit di quello che doveva essere il secondo romanzo dell’autore, che poi ha avuto un momento di stallo. Nella pausa che lo scrittore ha preso da questo secondo romanzo ha sentito la necessità di creare una sorta di esperienza di scrittura. Ha deciso perciò di “farsi le ossa”, appunto, dando vita a questa raccolta. I protagonisti delle storie narrate sono una manica di personaggi borderline: falliti, serial killer, artisti da strapazzo o in perenne conflitto con sé. Ci sono anche prostitute, trans, pervertiti e ragazzi con disturbi della personalità o alla ricerca della notte perfetta. Ognuno di loro, nel loro mondo e a loro modo, si trova a far fronte a situazioni grottesche e al limite del surreale dalle quali non sempre usciranno vincitori. Sono storie ricche di violenza, sfrenate passioni e mondi immaginari che vanno a formare così lo scheletro di quello che è lo stile di scrittura dell’autore.

RECENSIONE

Ossa” di Giampiero Margiovanni è una raccolta di racconti molto intensa e caratterizzata da uno stile narrativo affascinante e profondo.

Dalla copertina si può intuire il genere di appartenenza: il thriller. Nella mia esperienza di blogger e editor mi sono trovata spesso a confrontarmi con raccolte di racconti di questo genere, ma ogni volta rimanevo delusa e questo non per l’incapacità degli autori delle raccolte, ma perché scrivere un thriller non è una cosa semplice. Credo che già la stesura di un romanzo di questo genere richieda sforzi di creatività e genialità non indifferenti, volti a tenere il lettore con il fiato sospeso per tutta la storia. Con una raccolta di racconti, la questione si complica perché la durata di ogni storia è ridotta e l’autore non ha a disposizione 300 pagine per incuriosire, ammaliare e sorprendere il lettore, ma deve concentrare tutto il processo di fascinazione e suspence in poche pagine.

Giampiero Margiovanni è riuscito nel difficile intento di mantenere la tensione sempre alta, portando il lettore a pensare all’epilogo che, puntualmente, lo stravolge grazie ad una narrazione sorprendente e mai scontata.

I racconti che compongono questa raccolta intitolata “Ossa”, non hanno tutti un lieto fine, come è normale che sia; nel racconto “Due euro” tutto parte da un giovane solitario che aiuta una signora anziana; procedendo con la lettura, il lettore ha la sensazione che ci sia una presenza angosciante, pronta a palesarsi da un momento all’altro, e la sensazione che qualcosa stia per andare storto nel racconto si concretizza proprio nel finale.

I racconti di Margiovanni sono accomunati dalla componente psicologica che, secondo me, è immancabile in un thriller; questo aspetto è visibile sopratutto nel racconto “La sessione di Ob” nel quale un ragazzo si innamora di una creazione della sua mente che, con il tempo, proietta e “fa vivere” anche nella realtà.

I personaggi di Giampiero Margiovanni sono imperfetti, problematici e al limite della normalità, eppure è proprio questo che rende questo libro così affascinante, perché in “Ossa” il comportamento e l’attitudine più nascosta di ognuno di noi viene portata alla luce e mostrata: i nostri pensieri, le nostre paure, i problemi che ci attanagliano ogni giorno. Tutto questo viene inserito nei racconti che compongono questa opera che tratteggia il lato più oscuro dell’uomo.

Consiglio “Ossa” di Giampiero Margiovanni a coloro che amano i thriller psicologici perché troveranno storie accattivanti e non rimarranno delusi dai finali.

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Bonus Cultura 2021

Il Bonus Cultura, o “bonus 18 anni”, è stato rinnovato anche per i nati nel 2002 ed è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Vediamo cos’è, quali sono le modalità di accesso e di utilizzo e le novità per il 2021.

Leggi di più

Come funzionano i romanzi

Parlare di un libro che parla di altri libri (che spesso parlano di libri) dà sempre una certa vertigine. Scrivere di uno scritto che parli di scrittura è come fare un viaggio nell’iperspazio, sembra quasi di smarrire il contatto con la terra. Forse perché avere la pretesa di recensire un recensore di recensioni è come muoversi dentro un’iperbole; conviene, quindi, volare bassi.

Leggi di più

Dantedì. Il 25 marzo si celebra il sommo poeta

Il 25 marzo è il Dantedì, il giorno dedicato a Dante. Il Consiglio dei Ministri ha deciso nel 2020 che il 25 marzo di ogni anno fosse il Dantedì, una giornata interamente dedicata a Dante, il padre della Divina Commedia, un momento che si è stabilito di inserire nel calendario per dare il giusto spazio a un poeta che ha cambiato la nostra lingua.

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *