Breaking News:

Orfani del tramonto

Autore: Renzo Saffi

Editore: Alter Ego Edizioni

N. pag: 300

Anno: 2020

Valutazione: 5/5

A cura di: Virginia

Categorie: Libri

Cari lettori, oggi vi consiglio la lettura del romanzo “Orfani del tramonto” di Renzo Saffi, edito dalla bella casa editrice AlterEgo Edizioni. Si tratta di una storia avvincente e molto intesa che non lascerà indifferente il lettori, ma lo coinvolgerà e lo terrà incollato alle sue pagine.

TRAMA

Enrico Dogi, condannato per rapina a mano armata, dopo cinque anni di carcere ritrova la sua ex compagna Maia, con cui aveva perso i rapporti. Lei gli dice che il loro figlio Filippo, nato poco prima dell’arresto, è autistico. Maia vive nella paura che gli assistenti sociali le tolgano il bambino.
Il desiderio di rifarsi una vita, e soprattutto di aiutare Maia e il figlio, spingono Enrico a cercare una soluzione: all’inizio riesce a trovare lavoro come buttafuori in un night club ma le cose cambiano quando, una notte, s’imbatte in un articolo di giornale che menziona una clinica sperimentale nella città di Esperance, in Australia, dove sembra sia stata scoperta una cura per l’autismo.
Da quel momento in poi, il suo obiettivo sarà quello di riuscire a trovare il denaro necessario per fuggire dall’Italia assieme a Filippo. Avendo perso il lavoro, Enrico è costretto a rivolgersi a un suo ex compagno di cella, che gli proporrà di partecipare a una serie di truffe tanto redditizie quanto rischiose.
Personaggi tridimensionali e deliranti, quasi “alla Bukowski”, sono i protagonisti di un romanzo calibrato, visionario e circolare che, da un lato, ricorda maestri come Chandler, Scerbanenco e Dashiell Hammett; dall’altro mescola gli stilemi del poliziesco, del giallo e dell’action-thriller in un mosaico originale e potentissimo.

COMMENTO

Concordo con un lettore che rappresenta il mio pensiero riguardo al libro quando dice che “Orfani del tramonto” di Renzo Saffi mette in evidenza uno spaccato della nostra società. L’inquietudine, l’ansia e la preoccupazione travolgono il lettore e lo trascinano all’interno del romanzo, come uno spettatore degli eventi. Ma attenzione: il lettore non subisce la storia, ma ne è parte attiva a livello emotivo.

L’AUTORE

Renzo Saffi è laureato al DAMS e vive a Riva del Garda (TN). Ha pubblicato numerosi racconti in antologie varie (Magnetica, Laurum editrice, Demian, Galaad), ed è stato finalista al premio “Lama e Trama” 2008. Il suo romanzo Bambole perdute (Dario Flaccovio, 2009) ha vinto il premio “Nuove lettere”.

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Ogni sabato mattina, alle 9:00, invio il Settimanale Indipendente, un magazine digitale che racchiude tutte le recensioni della settimana, gli ultimi avvenimenti, le notizie più importanti e tutto quello che c'è da sapere sul mondo dell'editoria Indipendente.

I romanzi possono essere terapie per stare bene?

Occorre dare una risposta a questa domanda: leggere fa bene? Al di là del diletto ineffabile che prova il lettore quando si tuffa, sguazza e poi nuota tra le pagine delle proprie letture. Vorremmo capire: esiste un concreto benessere fisico, o mentale, che la lettura è in grado di conferire all’organismo umano. E se esiste, in che termini si manifesta, e come si potrebbe misurare?

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *