Breaking News:

la bambina che annusava i libri

La bambina che annusava i libri

Autore: Manuela Chiarottino

Editore: More Stories

Categorie: Libri

Cari lettori, oggi vi consiglio un romanzo emozionante che tiene il lettore incollato alle sue pagine grazie al velo di mistero che avvolge la storia. Il libro si intitola “La bambina che annusava i libri” di Manuela Chiarottino, edito da More Stories.

SINOSSI

Per Stella, cresciuta in una famiglia di antichi stampatori, i libri sono come degli amici. Non solo ama leggerli, ma li conosce profondamente, riuscendo a distinguerli dall’odore e dalla grana delle pagine, capacità fondamentali per lavorare, insieme al padre, nella libreria di famiglia. 

La vita tranquilla di Stella subisce un brusco cambiamento quando la ragazza riceve in eredità dal nonno un libro molto antico e una strana lettera. In essa si parla di una collezione di volumi preziosi, nascosti in un luogo segreto. Sta a lei risolvere l’enigma del nonno e ritrovarli.

In una ricerca convulsa tra i paesi della Toscana, in compagnia di un affascinante e ambiguo restauratore, Stella si addentrerà nei misteri della sua famiglia e del suo cuore, imparando a lasciarsi andare ai sentimenti, pagina dopo pagina.

RECENSIONE

Stella appartiene ad una famiglia di librai. Il nonno di Stella intravede nella nipote un grande potenziale; non solo è un’amante dei libri e delle storie, ma è molto affezionata a quella libreria di famiglia nella quale passa intere giornate. Per questo motivo, alla morte del nonno, la libreria passa a Stella che diventa a tutti gli effetti la sua nuova libraia e la sua passione per la letteratura incontra numerosi lettori ai quali a sempre il giusto libro da consigliare.

Insieme alla libreria, il nonno lascia a Stella anche un libro antico il quale contiene una lettera che allude all’esistenza di una collezione di volumi antichi e di grande valore.

Stella sente che quella è la sua missione: ritrovare la collezione di libri antichi che il nonno le ha destinato. Nella spasmodica ricerca del bottino, Stella si imbatte in Manuel uno strano ragazzo che presenta delle ambiguità nel carattere e che fa sorgere molte domande nella protagonista.

“Volevo scrivere una storia che parlasse di libri e della loro magia, dove tutto ruotasse intorno a un enigma da risolvere e non solo sull’evoluzione di una relazione amorosa. Cosa meglio poteva esserci di una piccola libreria di Firenze, un libro antico e un ex libris che contiene un mistero? Per farlo mi sono documentata molto, infarcendo il romanzo di curiosità storiche e naturalmente di informazioni sui libri, come gli ex libris. Alcuni sono bellissimi, delle vere piccole opere d’arte. Una curiosità: spesso è raffigurato un gufo perché è un animale notturno, proprio come molti lettori.”

CONCLUSIONE

Ho trovato questo libro molto interessante ed intrigante. Benché sia presente una storia d’amore, questa passa inevitabilmente in secondo piano perché la vera protagonista della storia è la caccia al bottino di libri antichi. Lo stile narrativo è coinvolgente e la storia invita il lettore ad essere letta. Per questi motivi non posso che consigliarvi il libro “La bambina che annusava i libri” di Manuela Chiarottino.

L’AUTRICE

Manuela Chiarottino è nata e vive in provincia di Torino. Ama pasticciare con il cernit, dipingere su ceramica o legno e creare quadri di sabbia, uno dei quali è diventato la cover del suo primo romanzo Arriveranno le farfalle. Vincitrice del concorso Verbania for Women 2019 e del premio Fondazione Marazza per la narrativa per l'infanzia, nella scrittura ama il genere rosa, declinato in diverse sfumature. Tra le sue pubblicazioni si annoverano: La locanda sul porto (Triskell, 2019), La custode della seta (Buendia Books, 2019), Tutti i colori di Byron (Buendia Books, 2018, vincitore del concorso “Barbera da… leggere”), Bea la gatta investigatrice (Self, 2019), Il gioco dei desideri (Amarganta, 2018), Maga per caso (Le Mezzelane, 2018), La rosa del deserto (Triskell, 2018), Sex toys e mucho amor (Self, 2017), Un amore a cinque stelle (Triskell, 2016,vincitore del concorso “Fiori di acciaio”), Cuori al galoppo (Rizzoli 2016), Due passi avanti un passo indietro (Amarganta, 2016), Il mio perfetto vestito portafortuna (La Corte, 2016), Ancora prima di incontrarti (Rizzoli, 2015) e molti altri.

 

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO

 

QUI SOTTO PUOI ASCOLTARE L’INTERVISTA CON L’AUTRICE!

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Ogni sabato mattina, alle 9:00, invio il Settimanale Indipendente, un magazine digitale che racchiude tutte le recensioni della settimana, gli ultimi avvenimenti, le notizie più importanti e tutto quello che c'è da sapere sul mondo dell'editoria Indipendente.

I romanzi possono essere terapie per stare bene?

Occorre dare una risposta a questa domanda: leggere fa bene? Al di là del diletto ineffabile che prova il lettore quando si tuffa, sguazza e poi nuota tra le pagine delle proprie letture. Vorremmo capire: esiste un concreto benessere fisico, o mentale, che la lettura è in grado di conferire all’organismo umano. E se esiste, in che termini si manifesta, e come si potrebbe misurare?

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *