Breaking News:

Qualcosa che s’impara

Autore: Gian Luca Favetto

Categorie: Libri

Qualcosa che s’impara” di Gian Luca Favetto è il terzo volume della meravigliosa Serie CroceVia di NNEDITORE.

Questa Serie, della quale vi ho già parlato dei primi due volumi, in particolar modo di “Di ferro e d’acciaio” di Laura Pariani, si occupa di riflettere attorno alle parole legate alla religione, ma che sono diventate di uso comune, alle quali continuiamo a fare ricorso: croce, passione, perdono, fede, pudore… Una parola che darà il tema a ogni libro, scritto di volta in volta da un autore diverso.

Perdono/dono

Nel caso di Gian Luca Favetto, la parola prescelta è stata Perdono / Dono e l’autore decide di affrontare il compito attraverso un saggio che del perdono parlerà a tutto tondo.


Scrive l’autore nel saggio:

“Perdono è una di quelle parole che fanno bene”.
Ha qualcosa di angelico, mentre lo si dice. Di puro e di vizioso.


La struttura del libro

Il saggio di Favetto si divide in dieci capitoli che rimandano ad altrettanti riflessioni dell’autore sul tema del perdono / dono. Per spiegare tali riflessioni prende in prestito le parole e le idee dei più grandi della letteratura e della poesia, quali Shakespeare, Omero e Cervantes. Questi importanti intellettuali e scrittori non sono gli unici dai quali prende ispirazione; Favetto osserva anche i suoi amici e la sua vita stessa restituendoci pensieri e parole di forte impatto emotivo con lo scopo di farci riflettere sui diversi ambiti della vita umana.

Lo stile

Lo stile dell’autore è evocativo, ricco, ma anche molto personale. Proprio per quest’ultimo aspetto, il libro di Gian Luca Favetto non è di immediata comprensione, ma richiede un lettore attento e disposto a “pensare a quello che sta leggendo”.

Conclusione

Lo consiglio a tutti coloro che vogliono prendersi del tempo per se stessi per leggere qualcosa che li farà stare bene e li accompagnerà a riflessioni importanti.

Chi sono

27 anni, blogger, agente letteraria e mamma di Gemma. Credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, le quali spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Sostieni Leggindipendente

Mondo scritto e mondo non scritto

Arriva alla fine la pubblicazione settimanale dell’opera omnia di Italo Calvino, nella campagna promossa dalla GEDI, e articolata in 24 uscite. E come ultima perla c’è questa raccolta di articoli e saggi raccolti intorno al tema “Mondo scritto e mondo non scritto”. Si tratta di annotazioni sulla traduzione, sulla lettura, sull’editoria, sul fantastico, sulla scienza e sull’antropologia, come si può apprendere dalla catalogazione delle sezioni in cui è articolato il testo. Articoli, recensioni, commenti, relazioni, scritti presentati in contesti disparati: conferenze internazionali, prefazioni editoriali, rubriche giornalistiche, approfondimenti pamphlettistici. Una quarantina di saggi mai pubblicati insieme in un unico volume, come ci informa la nota redazionale.

Leggi di più

Il mondo è un’altra cosa

Venerdì 9 aprile ho avuto il piacere di intervistare Jacopo Zonca, autore del meraviglioso libro “Il mondo è un’altra cosa”, edito da Epika Edizioni, casa editrice che aveva già pubblicato il primo romanzo di Zonca, “52 49”.

Si tratta di una raccolta di racconti o, come preferisce definirlo l’autore, un “libro di racconti” nel quale incontriamo personaggi molto particolari che vivono momenti difficili, talvolta cruciali, della loro vita. Personaggi borderline al limite tra la follia e la cosiddetta “normalità”, ma che hanno tutti qualcosa di raccontare al lettore.

Leggi di più
Loading

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *